Loading cart contents...
View Cart Checkout
Cart subtotal:

Francesco Mignacca

Per Francesco Mignacca l’arte non è un gioco o un passatempo modaiolo per allontanare la noia o riempire i giorni; per lui l’arte è necessità primaria e linguaggio fondamentale di vita (Posso testimoniare di averlo visto in difficoltà nei periodi in cui, per altre motivazioni, non poteva dedicarsi con intensità alle sue creazioni pittoriche…).

Le sue maxitele (dipinte ad olio ed altre tecniche miste) sono delle spettacolari e solari mega-tavolozze mediterranee, ricche di rilievi materici puntinati ed altri notevoli e sensibili effetti artistici, che mostrano storie (immaginali e reali) di favole, leggende e paesaggi, stili ed architetture d’Oriente e Occidente (tipici della Puglia dove lui vive dall’infanzia).

Nei suoi entusiasmanti dipinti ricorrono importanti soggetti e simboli (filosofici, ermetici, religiosi…) ricchi di significati arcaici e metaforici (numeri, lettere, spighe, anfore…); come anche notevole e vibrante, nelle sue opere, è la dimensione espressiva del colore (…crea, di continuo, suggestione e tensione…) realizzata con una personale e innovativa tecnica di stesura di pigmenti e paste.

Nei quadri di Mignacca, assistiamo a meravigliosi giochi prospettici di immagini luminose e cangianti che meravigliano e mutano, evocando piacevoli sonorità e sensazioni.

Mignacca dipinge la luce; e, attraverso il colore, il segno e il racconto, la riflette e trasmette nella realtà metaforica e speculare dell’arte, essenza sempre viva e attiva.

Registriamo in più, in un momento storico in cui la concettualizzazione dell’arte ha tristemente allontanato la gente dagli artisti e dalle loro opere, che la pittura di Mignacca piace alle persone della strada (è sognante e recupera, nel contempo, la fisicità delle cose…); ciò è un dato di fatto formidabile, le famiglie, gli anziani e i bambini spesso si fermano ad osservare i suoi quadri, a toccarli meravigliati, a commentarli e richiederli; è questo oggi, consentitemi, poco non è.

Pittore pugliese, inizia la sua attività artistica nel 1960.

Nel 1964, con il sostegno di alcuni intellettuali, istituisce a Molfetta il centro culturale “Il Cavalletto”, il cui scopo è quello di promuovere la conoscenza e la diffusione dell’arte nelle sue diverse espressioni. Da Febbraio 2012 collabora con l’Associazione 54 Arte Contemporanea a Molfetta.

Oltre alle attività svolte, l’artista ha partecipato a varie rassegne in numerose città in Italia ed all’estero, tra le più importanti citiamo: Fiera delle arti via Margutta, Roma; Premio Sulmona; Pittori Contemporanei, P.to San Giorgio; Galleria l’Acquasola, Genova; Galleria Spezia 66, La Spezia; Mostra Nazionale Artisti Contemporanei, Maratea; Galleria La Navicella, Cagliari; Galleria Libreria “La nuova città”, Nuoro; Galleria Il Cavalletto, Molfetta; Circolo Rinascita, Matera; Premio San Fedele, Milano; Galleria l’Abetone, Abetone; Studio R. Spampanato, Lucca; Galleria Angolare, Milano; Galleria Il Poliedro, Cremona; 1964-1984 “Gli anni del cambiamento”, Il Cavalletto, Molfetta; Premio Santhià ’85 e ’86 , Santhià; Expo Arte ’86, Bari; Galleria Malcanton, Trieste; Expo Arte, Norimberga; Spazio d’Arte Laurentianum, Mestre; Expo Arte, Padova; Expo Arte, Bari; Biennale d’Arte Contemporanea, Monterosso Calabro; personale “Natura Ultima”, Il Cavalletto, Molfetta; “L’immaginario del mare, il reale dell’esistenza”, Maratea; Collettiva Inaugurazione scale mobili Potenza alla presenza del Presidente della Repubblica Carlo A. Ciampi, Associazione Culturale “Il Filo di Arianna”, Potenza; Aenaon Galleria, Atene; 20 Artisti alla Sala dei Templari, Molfetta; “Tracce e Memoria”, Centro Storico di Molfetta; Premio Novara settembre 2005; 10 artisti premiati al Salone Arengo del Broletto, Novara; Segni di terra, Spoltore; Installazioni – Macchiagodena (Is) 2008; Collettiva “Dialoghi d’autunno” 2009 e 2010 , Volos, GRECIA;  Collettiva “Arte e solidarietà” Lega del filo d’oro, Molfetta; Collettiva “Riciclaggio Arte”, Addamiano Guastamacchia Iaccheo Laurelli Valente, Molfetta; Collettiva “Fiera di S.Marco” Pinacoteca Denapoli, Terlizzi; Collettiva “Ars, Arti visive per l’Europa”, Avellino 2011; Collettiva “Olio d’Artista” – Milano 2015; Collettiva “Presenze 3”, Sala dei Templari, Valente Sibilano Iaccheo, Molfetta; Collettiva “Murgia intra menia”, Corato 2013; personale “Limites”, Scaramuzza Arte Contemporanea, Lecce luglio 2014; “Insieme” Addamiano Valente, 54 Arte Contemporanea, Molfetta agosto 2015; Collettiva “Qui Arte Contemporanea”, 54 Arte Contemporanea, Molfetta, dicembre 2015; Ismi Arte Contemporanea, Viareggio, febbraio 2016.

Hanno scritto di lui: Portalupi, Prisco, De Giosa, E. Fezzi, Cannizzaro, D’Elia, Finocchiaro Germano, Venturoli, Guerricchio, Solmi, De Paola, Centrone, Degrada, Marino, Franza, Mongelli.

ACQUISTA ONLINE LE OPERE DI FRANCESCO MIGNACCA

  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Esaurito
    Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart
  • Adding to cart

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi